News & Insights
Separations and divorces with elements of foreignness: Art 10 of EU Regulation 1259/2010 must be interpreted according to its literal meaning: the law of the Member State referred to must be applied, even if it provides for more severe and restrictive divorce conditions
If the foreign law provides for different substantive conditions from the law of the forum, the court having jurisdiction is still required to verify and ascertain the existence of those conditions
The Court of Justice of the European Union, in its judgment dated 16/07/2020 (C-249/2019), provided clarification on the interpretation of Article 10 in EU Regulation no. 1259/2010, regarding selectio...
13-02-2023
Diritto dell′Unione Europea
Separazioni e divorzi con elementi di estraneità. L′art 10 del reg. UE 1259/2010 va interpretato secondo il suo significato letterale: si deve applicare legge dello Stato membro richiamata anche se prevede condizioni di divorzio più gravose e restrittive.
Se la legge straniera prevede condizioni sostanziali diverse dalla legge del foro, il giudice avente giurisdizione è tenuto comunque a verificare ed accertare la sussistenza di quelle condizioni.
Con sentenza del 16/07/2020, C-249/2019 la Corte di Giustizia della Unione Europea ha deciso una domanda di pronunzia pregiudiziale vertente sulla interpretazione dell′articolo 10 del Regolamento UE 2...
03-02-2023
Diritto delle Successioni e Donazioni
Il coerede in possesso dei beni ereditari può usucapire la quota degli altri eredi, purché dimostri di aver esercitato un possesso esclusivo, con modalità idonee ad escludere il godimento altrui
Non è sufficiente la mera astensione all′utilizzo dei beni da parte degli altri coeredi; in caso di immobili, non è, altresì, sufficiente la coabitazione con il de cuius, né il possesso delle chiavi
Il coerede che, dopo la morte del de cuius, sia rimasto nel possesso del bene ereditario può, prima della divisione, usucapire la quota degli altri eredi, senza necessità di interversione del titolo d...
20-12-2022
Diritto di Famiglia
Gli atti di violenza fisica e morale fondano non solo la pronuncia di separazione personale ma anche la eventuale domanda di addebito avanzata nei confronti del coniuge violento, quand′anche si concretino in un singolo atto di violenza
Il loro accertamento esonera il giudice del merito dal dovere di procedere alla comparazione col comportamento del coniuge vittima delle violenze
Le reiterate violenze fisiche e morali, inflitte da un coniuge all′altro, costituiscono violazioni talmente gravi dei doveri nascenti dal matrimonio da fondare, di per sé sole, non solo la pronuncia d...
16-11-2022
Diritti Reali, Condominio, Locazione
L′esercizio del diritto di prelazione a favore del conduttore dell′immobile locato, previsto dall′art.38 della Legge n.392 del 1978, si perfeziona attraverso la dichiarazione di volersene avvalere notificata al locatore
La stipula del contratto di compravendita e il versamento del prezzo attengono ad una fase successiva, quali atti di adempimento ed esecuzione di un rapporto obbligatorio già instauratosi tra le parti
Dal tenore letterale della norma di cui all′articolo 38, della legge n. 392 del 1978, risulta chiaro che l′esercizio del diritto di prelazione, fermi gli oneri di contenuto e di forma delle comunicazi...
25-10-2022
Diritto Commerciale
La produzione in giudizio di un contratto effettuata dalla parte che non l′ha sottoscritto ne comporta il suo riconoscimento ed accettazione tacita perfezionandolo in ogni sua parte, ad eccezione delle clausole vessatorie eventualmente previste
La produzione in giudizio di un contratto per adesione non sottoscritto ma comunque posto a fondamento della domanda, non può sanare la mancanza del requisito della specifica approvazione per iscritto
La produzione in giudizio da parte dell′attore di un documento contrattuale sottoscritto solo dal convenuto, per invocarne l′esecuzione, vale a sanare la mancanza della sottoscrizione di esso attore, ...
19-09-2022
Diritto di Famiglia
Deficienze cognitive, carenze culturali e scarsa capacità di ragionamento e osservazione dei genitori non sono fattori sufficienti a determinare lo stato di adottabilità dei figli
Solo lo stato di abbandono materiale e morale dei minori giustifica la dichiarazione dello stato di adottabilità
Deve essere cassata la pronunzia che ha dichiarato lo stato di adottabilità di un minore attribuendo rilievo decisivo a circostanze - stigmatizzate come immodificabili e irrecuperabili - obiettivament...
30-06-2022
Diritto delle Successioni e Donazioni
Il giudice di merito può trarre la prova dell′incapacità del testatore al momento dell′atto, così come richiesto dall′art. 591, comma 2, n.3 c.c., dalle sue condizioni mentali in epoca anteriore o posteriore al testamento, sulla base di una presunzione, potendo l′incapacità essere dimostrata con qualsiasi mezzo di prova
É valido il testamento scritto con caratteri in stampatello purché la scrittura sia riferibile al testatore, escludendo il solo caso in cui vi sia una schematica imitazione dello stampato
É possibile impugnare un testamento adducendo che il testatore, nel momento in cui lo redigeva, non era in grado di intendere e di volere; la relativa prova, tuttavia, non è limitata a questo momento...
24-05-2022
Tutela del Consumatore e del contraente debole: codice del consumo e non solo
L′intermediario finanziario, qualora venda al cliente, che non sia investitore abilitato o professionale, titoli ad alto rischio, deve fornirgli dettagliate informazioni in merito alla aleatorietà dell′investimento, anche se lo stesso manifesti una certa propensione al rischio
Lobbligazione di risarcimento del danno costituisce debito di valore, sicché deve essere quantificata tenendo conto, anche dufficio, della svalutazione monetaria sopravvenuta fino alla data della li
L′intermediario finanziario, preliminarmente all′acquisto di titoli ad alto rischio da parte di un investitore che non rivesta le caratteristiche dell′investitore abilitato o professionale, è obbligat...
22-04-2022
Diritto Commerciale
L′acquirente di un bene, salvo specifica pattuizione a ciò finalizzata, non subentra nei contratti stipulati dal cedente relativi alla gestione del bene ceduto, ad eccezione dei casi previsti specificamente dalla legge
Di conseguenza, il cessionario non subentra nel mandato in rem propriam conferito dal cedente ad eventuali terzi mandatari
L′acquirente di un bene, salvo specifica pattuizione a ciò finalizzata, non subentra nei contratti stipulati dal cedente relativi alla gestione del bene ceduto; ciò non si verifica nemmeno in presenza...
23-02-2022